Area Clienti
InformazioniInformazioni utili
Informazioni utili clienti

Glossario dell'energia elettrica e del gas

Il Glossario è uno strumento rivolto ai clienti finali di energia elettrica (alimentati in bassa tensione) e di gas (con consumi annui fino a 200.000 Smc) che esplicita i termini utilizzati nelle bollette di energia elettrica e gas, fornendo per ogni voce una semplice spiegazione. Dal 01/01/2016 In conformità con la delibera 501/2014/R/COM tutte le bollette, avranno una veste grafica rinnovata e un formato di fatturazione più semplice e chiara. E’ possibile scaricare e consultare il Glossario per l'energia elettrica ed il gas messo a disposizione dall'ARERA con lo scopo di chiarire i termini ricorrenti nelle nuove bollette. In ogni sezione troverai informazioni relative ai clienti finali, punto di riconsegna, tipologia contrattuale, unità di misura, lettura e consumi.
 

Documenti scaricabili


Glossario
Glossario Energia Bolletta 2.0
Glossario Gas Bolletta 2.0


Il mercato del gas naturale
Il 1° gennaio 2003 il processo di liberalizzazione del mercato del gas naturale è completo. Questo permette ai clienti finali di scegliere il proprio fornitore di gas in base ad offerte, servizi efficienza delle società di vendita attivi nel Mercato Libero. I clienti finale di un territorio, generalmente provinciale, sono allacciati alla rete della stessa azienda di distributrice locale, ma possono acquistare il gas naturale da società di vendita diverse. Tutte le società sono tenute a proporre tra le proprie offerte anche le condizioni di tutela stabilite dall’ARERA per tutti i clienti domestici, i condomini con uso domestico con consumi fino a 200.000 mc annui.
L’ARERA tutela anche i clienti che hanno scelto il mercato libero, attraverso la definizione di un apposito Codice di Condotta Commerciale, riguardante sia il mercato gas che quello elettrico, garantendo così la qualità del servizio.



Chi è e cosa fa il distributore gas?
Chi è e cosa fa il venditore di gas ?
Cosa fa il distributore di energia elettrica?
Cosa fa il venditore di energia elettrica?



IMPOSTE SUL GAS METANO
Il gas metano è soggetto all’imposta di consumo erariale (accisa), all’addizionale regionale ed all’imposta sul valore aggiunto (IVA)

ACCISA SUL GAS METANO
ALIQUOTE IMPOSTA DI CONSUMO PER L'ANNO 2018
FASCIA DI CONSUMO ACCISA (€/mc)
USI CIVILI DA 0 MC A 120 MC 0.044
USI CIVILI DA 121 MC A 480 MC 0.175
USI CIVILI DA 481 MC A 1560 MC 0.170
USI CIVILI OLTRE 1561 MC 0.186
USI INDUSTRIALI, ARTIGIANALI E AGRICOLI 0.012498
FORZE ARMATE NAZIONALI 0.01166
ALTRI USI ESENTI DALL'IMPOSTA ERARIALE 0.00

ADDIZIONALE REGIONALE SUL GAS METANO  varia da regione a regione e non può mai essere maggiore della metà dell’imposta di consumo

IVA SUL GAS METANO:
Le nuove imposizioni fiscali, al fine di armonizzare le disposizioni IVA con quelle previste in materia di accise, prevedono che il consumo di gas venga distinto tra usi civili e usi industriali e, con riferimento ai primi, la misura delle diverse aliquote IVA è determinata in base a scaglioni di consumo annuo.
La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 2/E precisa inoltre che l'aliquota ridotta del 10% non si estende a servizi accessori (come ad esempio la quota fissa) diversi dalla componente direttamente dipendente dal consumo come ad esempio la quota fissa.

ALIQUOTE IVA
FASCIA DI CONSUMO I.V.A.
USI CIVILI DA 0 MC A 480 MC 10%
USI CIVILI OLTRE 480 MC 22%
USI INDUSTRIALI, ARTIGIANALI E AGRICOLI 22%

Sono soggette ad agevolazioni o esenzioni dell’ accisa e dell’addizionale regionale i seguenti utilizzi del gas naturale:
Produzione di energia elettrica – Cogenerazione - Attività industriali, commerciali, artigianali ed agricole, in cui viene svolta l'attività produttiva e/o di vendita - Forze armate nazionali - nella distribuzione commerciale - nel settore alberghiero -negli esercizi di ristorazione - negli impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività dilettantistiche e gestiti senza fini di lucro - nelle attività ricettive svolte da istituzioni finalizzate all'assistenza dei disabili, degli orfani, degli anziani e degli indigenti, nonché case di cura organizzate sotto forma di imprese industriali - nel teleriscaldamento (alimentato da impianti di cui all'art. 11 Legge 09/01/1991 n. 10) - Usi industriali per processi di riduzione chimica, elettrolitici, metallurgici e mineralogici (circolare n.17/d 28/05/2007) - Prosciugamento e sistemazione terreni allagati nelle zone colpite da alluvione - Sollevamento acque per agevolazione coltivazione fondi rustici su terreni bonificati - Prodotti energetici iniettati negli altiforni per realizzazione di processi produttivi - Articolo 22 del D.Lgs. 504/95 - usi interni di raffineria

Sono soggette alla riduzine dell’aliquota IVA i seguenti utilizzi del gas naturale:
impieghi del gas metano in attività di tipo estrattivo, manifatturiero, poligrafico, editoriale e simili. A queste classi di attività vanno aggiunte le imprese agricole (D.P.R. 633/72, Tab. A, parte III, n. 103).

IMPOSTE SULL’ENERGIA ELETTRICA
L'energia elettrica è soggetta all’imposta di consumo erariale (accisa) ed all’imposta sul valore aggiunto (IVA)

ACCISA SULL’ENERGIA ELETTRICA
Forniture per abitazioni di clienti domestici:
  • forniture fino a 3 kW (consumi fino a 150 kWh/mese e consumi oltre 150 kWh/mese)
  • forniture con potenza impegnata oltre 3 kW
  • forniture per non residenti 
ALIQUOTE IMPOSTA DI CONSUMO PER L'ANNO 2018
ACCISA (€/mc)
CONSUMI FINO A 150 kWh/mese (1) ESENTE
CONSUMI OLTRE 150 kWh/mese (2) 0.0227
FORNITURE DI RESIDENZA ANAGRAFICA CON POTENZA IMPEGNATA OLTRE 3Kw 0.0227
FORNITURE NON RESIDENTI 0.0227
(1) In caso di forniture con potenza impegnata fino a 1,5 kW: se si consuma fino a 150 kWh/mese, le imposte non vengono applicate. Se invece si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.
(2) In caso di forniture con potenza impegnata oltre 1,5 kW e fino a 3 kW: se si consuma fino a 220 kWh/mese, le imposte non vengono applicate ai primi 150 kWh. Se si consuma di più, i kWh esenti da imposte vengono gradualmente ridotti.


Forniture diverse dalle abitazioni di clienti domestici:
ALIQUOTE IMPOSTA DI CONSUMO PER L'ANNO 2018
ACCISA (€/mc)
USI DIVERSI DALL’ABITAZIONI (3) 0.0125
(3)  aliquota applicata sui primi 200.000 kWh mensili.
Per i consumi che nel mese eccedono tale scaglione, il carico fiscale è diversificato e in particolare:
- se l’entità del consumo nel mese è nei limiti di 1.200.000 kWh l’eventuale ulteriore consumo oltre 200.000 kWh è tassato con l’aliquota di accisa nella misura di euro 0,0075 per kWh.
- se invece l’entità del consumo nel mese supera la soglia di 1.200.000 kWh oltre 200.000 kWh l’ulteriore consumo mensile è assoggettato ad un’imposta in misura fissa pari a euro 4.820,00.


Sono soggette ad agevolazioni o esenzioni dell’ accisa e dell’addizionale regionale i seguenti utilizzi dell’energia elettrica:
nei processi mineralogici; impiegata per la realizzazione di prodotti sul cui costo finale, calcolato in media per unità, incida per oltre il 50%; utilizzata principalmente per la riduzione chimica e nei processi elettrolitici e metallurgici; utilizzata per l'attività di produzione di elettricità e per mantenere la capacità di produrre elettricità; utilizzata per l'impianto e l'esercizio delle linee ferroviarie adibite al trasporto di merci e passeggeri; utilizzata in opifici industriali aventi un consumo mensile superiore a 1.200.000 kWh, per i mesi nei quali tale consumo si è verificato; consumata per qualsiasi applicazione nelle abitazioni di residenza anagrafica degli utenti, con potenza impegnata fino a 3 kW, fino ad un consumo mensile di 150 kWh; fornita nel quadro delle relazioni diplomatiche o consolari; fornita nei confronti di comandi militari degli Stati membri della NATO; fornita nei confronti di organizzazioni internazionali riconosciute ed ai membri di dette organizzazioni; fornita nel quadro di un accordo stipulato con Paesi terzi o con organizzazioni internazionali che consenta per i medesimi prodotti anche l'esenzione dall'imposta sul valore aggiunto; per i consumi per l'illuminazione pubblica e per l'esercizio delle attività di produzione, trasporto e distribuzione di energia elettrica.

Sono soggette alla riduzione dell’aliquota IVA i seguenti utilizzi dell’energia elettrica:
Impieghi del gas metano in attività di tipo estrattivo, manifatturiero, poligrafico, editoriale e simili. A queste classi di attività vanno aggiunte le imprese agricole (D.P.R. 633/72, Tab. A, parte III, n. 103).
Energia elettrica utilizzata in strutture residenziali/abitative a carattere familiare o collettivo come ad esempio l’energia elettrica utilizzata per i servizi comuni del condominio: pertanto vi è la possibilità per gli amministratori dei condomini di richiedere la riduzione dell'aliquota al 10%  (è necessario che siano verificate le condizioni di cui al D.P.R. 633/72, Tab. A, parte III, n. 103 e successiva Circolare Ministeriale 29.10.1997, n. 59/E).
 

Per le richieste le agevolazioni e/o riduzioni sulle imposte e sull’IVA è necessario compilare l’apposito modulo ed inviarlo in originale a SIMA ENERGIA – viale Adua 336 – 51100 Pistoia   debitamente compilato. I moduli sono a disposizione del cliente presso gli sportelli commerciali di SIMA ENERGIIA oppure consultando la nostra area Moduli.


Livelli di qualità commerciale


Ai sensi della delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas 413/2016/R/COM e s. m. e i (Testo integrato della regolazione qualità dei servizi di vendita di energia elettrica e digas naturale), si comunicano di seguito i livelli di qualità commerciale del servizio di vendita di gas naturale ed energia elettrica in vigore, gli indennizzi automatici previsti in caso di mancato rispetto degli stessi,nonché il grado di rispetto di tali livelli di qualità da parte di SIMA ENERGIA SPA relativo all’anno 2018.

Standard specifici di qualità del servizio di vendita   Richieste ricevute Pratiche in attesa di risposta Risposte evase entro lo standard Risposte evase oltre lo standard
Tempo massimo di risposta motivata ai reclami scritti   11 0 100% 0
Tempo massimo di rettifica di fatturazione   14 0 100% 0
Tempo massimo di rettifica di doppia fatturazione   0 0 100% 0
Standard generali di qualità del servizio di vendita   Richieste ricevute Pratiche in attesa di risposta Risposte evase entro lo standard Risposte evase oltre lo standard
Percentuale minima di risposte a richieste scritte di informazioni inviate entro il tempo massimo di 30 giorni solari   20 0 100% 0

I Fornitori non sono tenuti a corrispondere l’indennizzo automatico qualora il mancato rispetto dei livelli specifici di qualità sia riconducibile a: cause di forza maggiore; cause imputabili al cliente finale o a terzi, ovvero danni o impedimenti provocati da terzi. Altresì, i Fornitori non sono tenuti a corrispondere l’indennizzo automatico, tra l’altro, nel caso di: cliente finale cui sia già stato corrisposto nell’anno solare unindennizzo per mancato rispetto del medesimo livello specifico; reclami carenti delle informazioni minime richieste, per i quali non è possibile identificare il cliente finale.

Sima Energia spa
Contatti & informazioni
Lavora con noi
© Sima Energia 2014
Viale Adua 336 Pistoia 51100 - P. Iva C.F. 01495220475 Registro Imprese Pistoia 01495220475 Capitale sociale: € 150.000 i.v.
youtube twitter
web design - hosting - software